Patrizia Emmepi: I pensieri vanno, lontano e vicino da noi, si conf



I pensieri vanno, lontano e vicino da noi,
si confondono in un turbine,
come sogni nella nebbia; appaiono e scompaiono,
vorticano, si sovrappongono...
sono ricordi, illusioni, passioni, speranze.
I pensieri sono liberi, peccatori volontari e ignoti
Ignari o consapevoli, di sensazioni infinite...
Viaggiano entrando ed uscendo da noi
Come e quando vogliono, legati solo all'emozioni
Che essi stessi trasmettono.
I pensieri volano, ti trasportano nella fantasia ovunque,
nei luoghi piu'remoti... vicino o lontano da cose e persone
che più amiamo o più temiamo
i pensieri sono astratti... pure cosi'concreti in noi
che sembra esserci, toccarli...

Le parole escono, come fiumi dalle nostre labbra,
corsi che non conoscono foci,
voci che risuonano nell'aria e nell"'eco tornano,
accarezzano, come mare che lambisce le dune;
o infieriscono come spade affilate,
sanno avvolgerti come calore
o trapassare come lame taglienti... ancor di più
schiave di grida e sussurri, compagne di lacrime e sorrisi.
Le parole restano, scritte su muri che aspettano di essere incisi
E di piu'nei muri dell'anima
Sono le figlie dei pensieri
Talvolta restano lì, nella gola, a fior di labbra,
incapaci dell'ultimo salto,
ancorate nella mente e nel cuore... come navi di un porto
che nessuno prenderà mai.
Le parole scrivono, nell"aria e nell'immenso
Accompagnano le nostre emozioni,
sulle righe del vento, sfiorando aliti e respiri...
su quaderni ingialliti... o nell'etere di una macchina,
lasciando scie di memorie nel tempo
nei sogni, nella realtà
frammenti incancellabili... di noi... della nostra storia
pagine di vita.


Patrizia Emmepi

Più citazioni Patrizia Emmepi