Gabriele Rolla: Fulmineo istante Che per la grazia D'una vision an



Fulmineo istante
Che per la grazia
D'una vision angelica
Divien l'eterno paradiso

La vision si perde
Nel profondo
Di due zaffiri
Che son I suoi occhi
Ai quali si fa
Sgarbo imperdonabile
Se si cerca
Una fra tutte le parole
Per definir si tal vision
D'infinita beltà

Si quieta l'animo
Svanisce la parola
E solo
Il sorriso
Dal cuor dipinto
Benevolmente sul viso
Rende grazia
A quell'esser
Dalla divin essenza

Ed è allora
Che scopri
Quanto sia special
Quel momento

Il fiato
Divien
Flebile sibilo
Prima
Di cessar
Per permettere Al cuor
D'accellerar il suo battito
E poter cosi volar
Lassu
Fra le stelle
Rimanendo quaggiù
Insieme a chi
Gli astri ha dipinto
E la luna ha illuminato
Dando calor al sole
E luce alla vita d'ogni uomo
Che per fortuna
Merito
Od occasion
Ha avuto l'onor
Di incrociar
Il cammino
Del volo
Di un angelo del cielo.


Gabriele Rolla

Più citazioni Gabriele Rolla