Concetta Antonelli: Lampioni gialli sulla mia strada. Danno un'aria di



Lampioni gialli sulla mia strada.
Danno un'aria di deja vu alle cose.
Gli alberi di Giuda sono ancora marrone-inverno, ma se li guardo da vicino le gemme sono turgide e suggeriscono vita imminente.
Una vecchia bici, legata a un palo da una catena con lucchetto, sfida i ladri, sembra dire
" ne vale la pena"?
E non posso fare a meno di pensare a una vecchia prostituta che ogni sera sta ancora sul marciapiede più per scommessa che per altro, per vedere se ancora qualcuno ci sta...
Silenzio.
Le finestre sono chiuse, nessuna voce, nessun richiamo dalle tv accese, solo il baluginare dei colori che cambiano con le immagini e dipingono le tende tirate di brevi istanti iridescenti.
Anche l'ultima saracinesca, quella della negoziante meticolosa che si è attardata a fare pulizie, cala rumorosamente, seguita dal ticchettio veloce di passi affrettati che raccontano tutta la loro voglia di intimità, di casa...
Cammino a passi veloci anch'io, mi piace sentire il marciapiede ruvido sotto la suola delle scarpe, osservo una gatta grigia che cerca nei rifiuti, si spaventa al mio richiamo, allora taccio per non disturbarla e mi allontano.
Ho ancora in testa la musica e meccanicamente la mugolo a bocca chiusa.
Una ...[segue »]


Concetta Antonelli

Più citazioni Concetta Antonelli

frasi di Concetta Antonelli
frasi di Concetta Antonelli