Rosarita De Martino: Nell'anonimato cittadino, acuta, penetrante, rimbo



Nell'anonimato cittadino,
acuta,
penetrante,
rimbombante
m'investe
la finta allegria
dei fuochi artificiali.
Amare vibrano
le mie corde di solitudine.
Mi ribello,
mi fermo,
decisa risalgo
su spazi intatti
di libertą
e raggiungo
la mia cattedrale
di silenzio.
E d'incanto
ritrovo cielo profumato
di fratelli.
Ora mi rivive dentro
fiume di pace
nel mio diverso capodanno.


Rosarita De Martino

Pił citazioni Rosarita De Martino