Andrea Spartà: È passato tanto tempo ormai... tanto tempo da quan



È Passato tanto tempo ormai...
tanto tempo da quando vivevamo insieme quegli attimi...
pochi e intensi... veloci e infiniti...
e chi l'avrebbe detto mai che sarei arrivato fino a questo punto?
Seduto a guardare le solite stelle a ricordare ciò che è stato...
che siano tanti o pochi, i giorni passati da allora, non so dirlo per te...
in fondo sono sensazioni soggettive...
per me sono tanti ormai... troppi... forse...
Eppure, nonostante tutto, sono ricordi vivi quelli che pulsano in me...
sotto di me... dentro di me...
ma sono anche ricordi soli... che si perdono tra le stelle che guardo...
proprio tra quelle stelle che sto guardando adesso...
e che sembrano così uguali a quelle che guardavo in quelle sere... lì...
con te...

Perché mi manca sempre un pezzo per essere felice?
È strano come possano esistere momenti come questi...
momenti in cui la realtà viene sovrastata dai ricordi...
bei ricordi...
ricordi ricolmi di qualcosa...
qualcosa che non c'è più... non ora...
Perché mi manca sempre un pezzo per essere felice?
Quei ricordi iniziano a scivolare giù...
rotolano verso di me... acquistando sempre più velocità...
come una sfera poggiata su un lungo piano inclinato...
rotola... rotola... sempre più veloce... fino a diventare...
... inarrestabile...
e distrugge... distrugge... senza pietà... tutto ciò che incontra...
e sulla sua strada ci sono anche io...
Perché mi manca sempre un pezzo per essere felice?

Non ci sono luoghi dove poter asciugare le mie lacrime...
quelle lacrime che comunque non ho più...
perse tutte sul momento...
versate così tante da non averne conservate per i ricordi...
e mentre qualcuno si dimentica di ciò che è stato...
qualcun altro fa di quei ricordi il suo stesso motivo di vita...

Ogni tanto ti rivedo, sai?
In un sogno, per strada, in una foto, in un ricordo, in una canzone...
arrivi così, all'improvviso, colpisci e fuggi via...
come in fondo hai sempre un po' fatto e sempre farai...
Non vedo nessuna ragione per continuare...
continuare a vivere queste lunghe ore di ricordi...
nessuna a parte amare...

Ogni tanto ti rivedo, sai?
E quando accade, non è mai per caso...
sei come una ferita ormai chiusa... come una cicatrice...
esisti in me... sei su di me...
ma solo quando la guardo, solo quando ti guardo...
mi fa nuovamente male... brucia come se si stesse riaprendo...
e per far ciò... basta una parola... una sola... misera...
... parola...

Ogni tanto ti rivedo, sai?
Cerco di entrare nella tua testa ma non ci riesco mai...
eppure mi basta un tuo sguardo per capire...
ma quel tuo sguardo non posso vederlo adesso...
troppo... troppo lontano da me...
così come quelle parole... così tante che se scritte in lettera...
riempirebbero pagine e pagine...
troppo lunghe per essere riscritte a mano...
ma bisogna pur provarci...

Ogni tanto ti rivedo, sai?
E quella volta non è mai uguale a nessun'altra...
ti rivedo solo perché ti risento...
un eco infinito che alberga nell'anima...
un grido antico che tenta di riemergere...
una mano tesa che non riceverà mai calore...

Eppure lo so... lo so che anche in te c'è ancora qualcosa...
certe cose esistono solo per non essere dimenticate... mai...
e tu non puoi averle dimenticate...
troppo profonde per poter essere sradicate...
troppo pesanti per poter essere buttate via...
troppo importanti per poter non ricordarle più...

E potrai fingere, se vorrai, che tutto va bene...
ma io lo saprò... lo saprò sempre... che quella è solo una maschera...

E potrai continuare a vivere, se vorrai, come se niente fosse...
ma io lo saprò... lo saprò sempre... che non è quella la vita che vuoi...

E potrai tornare indietro, se vorrai, nella speranza dei ricordi...
ma io lo saprò... lo saprò sempre... che non si può vivere in eterno...
... neanche nei ricordi...

Prendi quella spugna e avvicinati alla lavagna del tuo cuore...
passaci sopra centinaia di volte... con forza... con rabbia...
ma sarà sempre tutto inutile...
il mio nome non si cancellerà...
come un destino ricamato nelle stelle...
infinito e immutabile...
la mia ombra resisterà... insieme alle tue promesse...
le tue promesse... quelle promesse...
andate in frantumi come vetro sul cemento...
disperse come un soffio in un ciclone...
vuote come ciò che hai lasciato in me...

E tornerò... lo sai che tornerò...
nella tua mente... nel tuo cuore... davanti ai tuoi occhi...
io tornerò...
su ogni nota...
io tornerò...
su ogni stella...
io tornerò...
su ogni lettera...
io tornerò...
per ogni gesto...
io tornerò...
per ogni desiderio...
io tornerò...
per ogni sospiro...
io tornerò...
per ogni sogno...
io... tornerò...
Fino a quando la mia presenza non ti porterà ad odiarmi...
o a rimpiangermi per sempre...
io tornerò...


Andrea Spartà

Più citazioni Andrea Spart?

frasi di Andrea Spartà