Oliviero Widmer Valbonesi: Tu scruti gli occhi miei, un po' perplessi E forse



Tu scruti gli occhi miei, un po' perplessi
E forse, cerchi lì, in quei riflessi
Il lampo di quel solido prestigio,
e invece, vedi solo un velo grigio.

Ma, come puoi pensare, amica mia,
di ritrovarci, quella solita allegria,
se appena, giri l'angolo della via
io, sento tanta triste nostalgia?

Quando tu, mi confidi le tue pene
Non posso certo io, stare bene,
perché non vuoi capire amore mio
che se soffri tu, poi soffro anch'io?

Quando confessavo te, come amico,
Adesso posso confidarlo, te lo dico,
per tanto tempo, con indifferenza,
ho mascherato la mia sofferenza.

A volte mi raccontavi con furore
Che lui non capiva il tuo amore
Io l'amico, rispondevo con rispetto
Ma col cuore gonfio dentro al petto.

Se ti sfioravo il viso con un dito
A te sembrava il buffetto di un amico
per me quel contatto era calore
da trasferire dritto dentro al cuore.

Forse fu proprio quello che alla fine
Fece rompere ogni argine e confine
Bastò capire come fosse un gioco
Amico, diventò amore, a poco a poco.

Ma come puoi pensare, cara amica
Ma come puoi supporre, caro amore
O avere qualche dubbio od il timore
Che io, voglia spegnere quel calore.

Quando l'amico, diventò l'amore,
e legame forte di testa e di cuore,
ho abbandonato ogni convenzione,
prevalgono in me, i sensi e la passione.

Ma se io ti percepisco, non pimpante,
anzi, ti intravedo un poco titubante,
vuoi proprio allora che io te lo dica,
tornano i ricordi, tu, come mia amica.

Di quei tuoi dubbi, io nutro il terrore,
son quelli che distruggono il mio umore,
son quelli che distraggono il tuo cuore,
per questo sono perplesso, caro amore.

Ma come puoi pensare, amica mia
Che la notte io, ti senta solo mia
divisi e lontani, per molte ore,
anche se ti penso sempre, caro amore?

Tu, mi rispondi fidati, o gioia mia,
non struggerti, che sono solo tua,
per questo amore giovane, ma antico,
devo sentirti mio amore e mio amico.

Ma certo che mi fido, amore mio
Non posso fare altro vivaddio,
sul filo del rasoio, tengo il mio cuore,
ma mi sento il tuo amico e il tuo amore.


Oliviero Widmer Valbonesi

Più citazioni Oliviero Widmer Valbonesi