Francesco Andrea Becca: Alza il tuo sguardo che il mio attende il suo incr



Alza il tuo sguardo
che il mio attende il suo incrociare

Lontano rivolgi i tuoi occhi
lasciane scacciare l'ombra dalla luce dell'orizzonte

Occhi neri e bui che il riverbero della tua strada
addolcisce nel bruno manto delle foglie crepuscolari

E parlami
che ogni parola è veleno scacciato dalla tua anima

E guardami
che i tuoi occhi diventano cerbiatti chiari

Piangi un'ultima volta
che il verde mare dei tuoi occhi sarà troppo profondo per ogni dolore

Sorridimi ora
che il tuo cuore ha occhi con il colore e la fragranza del miele

E ora ama
che nessuno può accontentarsi della metà che vede.


Francesco Andrea Becca

Pi citazioni Francesco Andrea Becca