Fiorella Cappelli: Noi, la ciurma der Ciclone oggi stamo sur Barcone



Noi, la ciurma der Ciclone
oggi stamo sur Barcone
i romani e le renelle
quanti bagni sotto 'e stelle!

Tutti 'gnudi tra le sponne
e divisi tra le fronne
ce s ommini la destra
ce s donne la sinistra

c le leggi der Capocchia
le mutanne le ginocchia
c 'sto fiume, qui la mecca
ma se er tevere va 'n secca...

vola quarche parolaccia
se ariva la Barcaccia
ma 'sto fiume tanto amato
l'emozzioni c'ha donato

gallinelle, se le vedi
stanno 'n mezzo a li canneti
vele a Fiumara Grande
carma piatta, senza onde

e se 'st su 'sto barcone
c Ubbardo cicerone
come amici de 'n rione

i regazzi fan faville
c la storia de l'anguille
e le nutrie tra le rane
a scambialle a pantegane

tra germani e cormorani
e l'insediamenti umani
ce s voli de gabbiani

c' monnezza lungo 'e sponne
'sta citt nun se confonne
l'ottobbrata romana
e la torre Boccacciana

poi 'na bbona matriciana
vai, co'n bon bicchier de vino
poi sur Tevere... 'n cammino

e c 'sta ggiornata amica
c la ggita ch riuscita
arivamo... a Ostia 'ntica!


Fiorella Cappelli

Pi citazioni Fiorella Cappelli

frasi di Fiorella Cappelli
frasi di Fiorella Cappelli