Andrea Spartà: È colpa mia se sono così? Se mi ritrovo ancora qui



È Colpa mia se sono così? Se mi ritrovo ancora qui a scrivere...
è colpa mia se sono così? Se mi ritrovo ancora qui a pensarti...
è colpa mia se sono così? Se mi ritrovo ancora qui a soffrire...

è colpa mia se ogni volta sembra la stessa volta?
Se ogni errore non riesco ad impararlo e lo commetto ancora?
Se tutte le frasi che dico sono rivolte in una direzione sbagliata?
Se i miei scherzi a volte esagerano e non vengono capiti?
Se faccio tutto per uno scopo più alto ed ho paura di ogni soffio di vento?
Se costruisco palazzi infiniti di sogni e magia dove vivo da solo?

È colpa mia se alcune cose mi fanno impazzire?
Se un solo, stupido gesto riesce ad incupirmi a tal punto?
Se mi torna la voglia di scrivere solo quando mi sento a terra?
Se so già che tutte le parole del mondo non serviranno a niente?
Se impazzisco ogni volta che ripenso a tutto quel che è successo?
Se ogni tanto credo davvero di esser nato sbagliato?

È colpa mia se non ho una gomma per cancellare questo mondo?
Se vorrei solo mettere un punto al passato e lasciarmi tutto dietro?
Se vorrei solo vivere una nuova vita senza alcun vecchio legame?
Se vorrei solo dimenticare tutto il male che ho fatto e mi hanno fatto?
Se vorrei solo gridare la rabbia e la disperazione che invece scrivo?
Se vorrei solo smettere una volta per tutte di dovermi nascondere?

È colpa mia se non sono più piccolo come una volta?
Se adesso vedo la vita in un modo diverso, che gli altri non vedono?
Se penso al mio futuro più lontano ed inizio a pianificarlo?
Se tremo come una foglia ogni volta che qualcosa di me è in pericolo?
Se vivo sempre e solo con gli stessi ideali, sogni e obiettivi?
Se ad ogni passo mi sento mancare e credo di cadere inesorabilmente?

Ad ogni domanda sicuramente avrete risposto "sì"... e come darvi torto?
Eppure non ne sono convinto... forse sono solo auto-giustificazioni...
non saprei dirlo con sicurezza, ma qualcosa mi frena...
probabilmente è l'incertezza, la paura, il timore dell'ignoto...
per una vita che di colpo è cambiata radicalmente...
per tutto ciò che ho perso e ritrovato a metà...
per le lacrime non piante e le occasioni perse o sfruttate poco...
per le giornate che cambiano senza preavviso e rovinano tutto...
per quei maledetti proverbi che riescono ad aver ragione...
per me stesso, per te, per quello che dovremo affrontare...
per le difficoltà di qualcosa di nuovo e sconosciuto...
per essere ancora vivo, nonostante tutte le ferite mortali...
ed infine... per qualcosa che va oltre tutti noi...
e che molti, sono pronti a giurare, che non esista...
ma essi, stolti, non sanno la verità... non riescono a raggiungerla...

e quindi tutto questo... tutto ciò che ho detto e scritto fin qui...
ciò che ho pensato ed ascoltato... ciò che ho letto e pianto...
tutto... è davvero... colpa mia?
Riesco ancora a sentire i vostri determinati "sì"...
e sono sicuro che voi non riuscirete a sentire e capire il mio "no"...

è colpa mia se ogni singola cosa che faccio per voi è sbagliata?
È colpa mia se mi convinco delle cose e non torno indietro?
È colpa mia se ho il batticuore ogni volta che aspetto una risposta?
Per tutto... di tutto... a tutto... con tutto... è colpa mia?
O forse è solo colpa del mio essere?
Del mio essere io...


Andrea Spartà

Più citazioni Andrea Spart?

frasi di Andrea Spartà