Rosa Cassese: C'era una volta un uomo bello di viso, ma, ormai,



C'era una volta un uomo bello di viso, ma, ormai, abbruttito dalla fatica e dagli anni; aveva fatto tutti i mestieri, tanto che fino all'età avanzata era diventato quasi professionista, in tutte le attività in cui si era cimentato. Iniziò come garzone di bottega, presso uno zio-padrone, a fare il mugnaio; da lui esigeva tanta fatica ed ore di lavoro per una manciata di lire. Era giovane, forte, i suoi denti bianchi rappresentavano il candore degli anni, ma, la sua bocca carnosa e rossa, sempre aperta, al sorriso, era pronta, senza maleducazione, a sottolineare le storture del sistema lavorativo degli anni '40, dove bisognava guadagnarsi il pane, veramente col "sudore" della fronte. Riuscì, con tanta buona volontà e foza d'animo a liberarsi della soggezione dello zio e tentò di impiantare un mulino, tutto suo. Dalla mattina alla sera, versava nella "tramoggia" il grano e ne ricavava della buona farina. La gente del paese lo chiamava Carluccio della macchina (mulino) ; era questo l'appellativo, con cui veniva apostrofato, quando stava in bottega. Lentamente, come una formica, riuscì a mettere da parte tante lire che, accomulate gli permisero, di mettere su famiglia, con una bella brunetta, adocchiata, nel poco tempo che dedicava ...[segue »]

Rosa Cassese

Più citazioni Rosa Cassese

frasi di Rosa Cassese
frasi di Rosa Cassese