Fortunato Cacco: Chiedere conto della propria felicità agli



Chiedere conto della propria felicità agli altri è come comprare un'anguria dal fruttivendolo. Lui darà un colpetto a una, due colpetti a un'altra, e alla fine ti dirà: "ecco, questa è la migliore!", e te ne vai via contento, anche se ti verrebbe da chiedergli: "ma quindi le altre le butti via ora vero? O le vendi lo stesso?"

Fortunato Cacco

Correlati

Pi¨ citazioni Fortunato Cacco

frasi di Fortunato Cacco